Seleziona una pagina

Info su Vienna

Geografia

Vienna non è solo la capitale federale dell’Austria ma è anche, allo stesso tempo, uno stato federato che è completamente circondato dalla Bassa Austria. Non a caso quindi risiedono in città importanti organizzazioni internazionali come: OPEC e ONU. E ancora, il centro città è stato dichiarato dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità.

Posizione

Situata a nord-est in Austria, conta 40km dalla Slovacchia e 50km da Bratislava.
La città è composta da 23 distretti che iniziano con il centro della città che è il primo. La disposizione dei rimanenti è a spirale con numero crescente verso l’esterno.

La Vienna storica è circondata da un anello (ring) che è usato come raccorto ripassando le antiche mura, oggi inesistenti, della città antica. Proseguendo all’esterno di questo primo raccordo, troviamo un secondo anello chiamato cintura (Gurtel), oggi strada intensamente trafficata, anche da mezzi di superficie.

Il Danubio divide la città creando un paesaggio caratteristico. Nel mezzo di questo glorioso fiume è stata creata un’isoletta artificiale nella quale, grazie al grande prato, le persone possono rilassarsi e praticare sport all’aria aperta.

Clima

Vienna, nonostante sia famosa per le sue abbondanti nevicate e il paesaggio bianco e gelido che queste producono, ha un clima continentale e mite. Infatti l’estate è calda e con frequenti precipitazioni che bagnano la città rinfrescandola. Nonostante ciò la media delle precipitazioni è intorno ai 700mm, e quindi considerata bassa.

Storia di Vienna

Nascita di Vienna

Nel 100.d.C. l’impero romano fondò dove sorge oggi Vienna un campo militare chiamato Vindobona e secondo alcune fonti Marco Aurelio l’imperatore potrebbe averci trascorso gli ultimi giorni della sua malattia nel marzo 180. Parte delle strade e delle mura costruite sono oggi ancora visibili nel centro storico della città.
Purtroppo Vindobona fu conquistata nel tempo da Bizantini, Longobardi, Slavi e Magiari.

Medioevo

Con Carlo Magno la città riottenne la sua posizione centrale poiché inglobata nella Marca Orientale. Dovette difendersi e subire altre invasioni da parte degli ungheresi finchè con Ottone I, imperatore del Sacro Romano Impero, nel 955, ricostituì la marca donando la dinastia dei Badenberg.

Vienna divenne capitale grazie alla dominazione asburgica nel 1438 e Alberto II d’Asburgo la nominò sede del suo potere.

La vera fioritura della città avvenne sotto Massimiliano I grazie al quale venne fondata la prima Università di Vienna e grazie a Carlo V ebbe la massima estensione.

Vienna fu per tutto il XVI secolo sotto a guerre religiose, tra il protestantesimo e il cattolicesimo. Gli scontri provocarono lo scoppio della Guerra dei Trent’Anni, durante la quale Vienna fu devastata dagli assedi stranieri e dalla peste.

Impero

Vienna riprese il suo splendore dopo la sconfitta definitiva dei turchi.

Sotto Carlo VI fu costruita la Karlskirche, le residenze intorno all’Hofburg e i palazzi del Belvedere. Nel 1738 la Guerra di successione polacca finì grazie alla Pace di Vienna.
Nel 1740 Maria Teresa d’Austria salì al trono austriaco, fece costruire il palazzo di Schönbrunn e vi spostò lì la sua residenza. Sotto il suo regno iniziò a brillare Mozart con la sua musica.

Età Moderna

Nel 1869 venne inaugurata l’Opera di Vienna.

Vienna subisce poi la disfatta della Prima guerra mondiale e la scomparsa dell’Impero, dopo l’abdicazione del beato Carlo I e, nel 1918, la proclamazione della Repubblica.

Nel 1933 il cancelliere Engelbert Dollfuß sciolse il Parlamento creando un regime di stampo fascista. Ma non durò a lungo: venne colpito al cuore dagli invasori nazisti che con un colpo di stato uccisero Dollfuß fallirono comunque la conquista dell’Austria grazie all’opposizione di Mussolini. Hitler, che nel 1938 penetrò nel paese e conquistò la città. Soltanto il Messico protestò alla Società delle Nazioni per questa annessione. Grazie a questo evento la città di Vienna ha denominato la piazza antistante la chiesa di S. Francesco d’Assisi, Mexikoplatz.
Dopo il terzo Reich, l’Austria fu occupata dagli Alleati e fu divisa tra i vincitori.

Nel 1995 il Paese ha aderito all’Unione europea.

Un’indagine dell’Economist ha stabilito che Vienna è seconda assoluta a livello mondiale (preceduta da Vancouver in Canada) nella classifica delle città più vivibili del mondo e prima assoluta sulla qualità di vita.

Edifici di Vienna

Schloss Belvedere

Il Belvedere (Schloss Belvedere) è il castello situato nel quartiere di Landstraße a sud del centro di Vienna.

È stato costruito per il principe Eugenio di Savoia ed è diviso in due costruzioni: il Belvedere superiore (Oberes Belvedere) e il Belvedere inferiore (Unteres Belvedere), che sono separate tra di loro da un giardino. Negli interni di entrambi gli edifici vi è la Österreichische Galerie Belvedere, che è uno dei principali musei d’arte della città.

Karlskirche

La Karlskirche (chiesa di San Carlo Borromeo) è una chiesa che si trova nella Karlplatz. E’ collocata ai margini del primo distretto ed è una delle più eminenti chiese barocche e ha un’imponente cupola dalla forma ellittica. E’ stata restaurata sul finire degli anni ottanta e le due colonne poste ai lati, decorate con bassorilievi, e il suo ruolo di contrappeso architettonico del Musikverein sono una figura importante nella cultura viennese.

Kirche am Steinhof

La chiesa di San Leopoldo a Steinhof (Kirche am Steinhof) è stata progettata dall’architetto Otto Wagner, ed è nota come una delle più importanti chiese dell’art nouveau del mondo. Fu costruita fra il 1903-1907, l’interno è decorato da mosaici e da vetrate create dall’artista Koloman Moser.
All’esterno, svettano sulle due torri le statue di San Leopoldo e San Severino, patroni della città.

Hundertwasserhaus

Hundertwasserhaus è un complesso di case popolari costruite a Vienna dall’architetto e artista Friedensreich Hundertwasser. Si trova nel quartiere di Landstraße, a sud del centro città.

Schloss Schönbrunn

Il Castello di Schönbrunn (Schloss Schönbrunn) è stato la sede della casa imperiale d’Asburgo e  si trova a Hietzing, nella periferia ovest della città.
L’Imperatore Mattia scoprì una fonte di acqua limpidissima da cui diede il nome al castello: schön brunn (bella fonte) e attorno a questa è stato poi costruito il castello intero. Il  palazzo è noto lo zoo che ospita, uno dei più antichi al mondo. Nel 1996 il palazzo, giardino compreso, sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Mexikoplatz

Mexikoplatz è il nome della piazza antistante la chiesa di San Francesco d’Assisi e al centro, una stele in Spagnolo ricorda come il Messico sia stato l’unico paese a protestare presso la Società delle Nazioni per l’annessione dell’Austria al Terzo Reich, nel 1938.

Rathaus

Il Rathaus di Vienna (Wiener Rathaus) è uno il municipio di Vienna ed è un esempio di architettura neogotica e venne progettato da Friedrich von Schmidt. E’ costruito Ringstraße e famoso è l’effetto plastico della facciata: dietro le arcate si intravedeil vetro delle finestre creando un effetto di nascosto. La torre centrale sormonta il municipio con i suoi 105 metri dove si trova la nota statua del Rathausmann (uomo del municipio). La torre principale sporge in avanti, aumentandone così l’effetto di profondità.

Trasporti di Vienna

Metropolitana

La Schnellbahn o S-Bahn che è la metropolitana di superficie è tuttora in fase di ampliamento e ha cambiato il tracciato della linea di Otto Wagner, famoso artista e architetto. La metropolitana è il mezzo più rapido e arriva fino in prossimità delle colline della Selva Viennese a nord e ad ovest.
La  S-Bahn trasporta principalmente i pendolari in centro e permette di raggiungere le zone degli Heuriger, il nord ovest di Vienna e il Wienerwald a sud.

Linee Metropolitana

La metropolitana si estende per bel 74.2 km, ha cinque linee e nel complesso 101 stazioni, di cui dieci sono comuni. I treni sono in funzione 24 ore su 24 (dal 2010), e l’intervallo di tempo tra due treni è due-cinque minuti di giorno e otto-dieci dopo le ore 20.
Ogni linea ha il suo colore e da elementi di design differenti; un esempio sono le linee U4 e U6 che conservano ancora edifici progettati da Otto Wagner.

Tram e Bus

Il tram è il mezzo più usato in quanto possiede tantissimi collegamenti nella città. Il servizio è dalle 5.00-5.30 fino alle 23.00-24.00.
I bus di linea della città invece a volte terminano molto prima dell’orario prestabilito come anche nei fine settimana o nei giorni festivi possono avere orari differenti da quelli feriali.
Vi sono dei bus che effettuano servizio notturno passando a intervalli di 30 minuti dalle 0.00 alle 5.00 allo stesso prezzo del diurno.
Il taxi invece lo si può trovare in aree di sosta vicino a molti grandi incroci, a molte stazioni e a luoghi di interesse turistico.
Il prezzo della corsa parte da una tariffa base di 2 euro a cui si altri costi. 10 minuti costano in media sui 10-12 euro.

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter!
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.